BALLATA LUGANESE

Ballata luganese Il primo di tre, tre per uno tre Coccodè dice la gallina, Si rintana la faina Nel tuo sacco farina sarà Parepe pepè peppè. Lugano mia bella eccomi a te Vincitore certo sarò…

Tre frammenti da Dostoevskij

 “Da noi in Russia gli ubriaconi sono le persone migliori. E i migliori da noi sono i più      grandi ubriaconi.” In vino veritas, esiste dunque un legame fra verità e grandezza? Solo attraverso la verità si raggiunge la  vera…

Il ceppo del prugnolo

Alcuni giorni fa nel giardino di V…. ho estratto il ceppo di un vecchio prugnolo. Man mano che ne scoprivo le radici, districando e mozzando, fino al fittone più profondo, man mano che ne saggiavo la tenacia o sentivo il secco gemito del…

I miti non possono steccare

Il Mito è un morto vivente, ma non lo sa. Quando lo sa, sparisce, lascia foto e ricordi, uno stuolo di biografi ne alimentano il mito. Il Mito sa di non avere una biografia, ma un destino, e il destino, come diceva Walt Whitman, non può…

PALAZZO DI CITTA’

Al numero 19 di via Palazzo di Città, in una casa allora detta palazzo della volta rossa, una  lapide ricorda che lì il Beato Cottolengo in una stanzetta accolse  nel 1828 i  primi pazienti: due  donne che gli ospedali non  accettavano. La…

Solleone

Verso 25 o 30 anni mi venne da considerare poco virile lo sbaciucchiamento con mio padre ad ogni mio rientro al paese, dove lui si era rintanato per una vecchiaia precoce quanto duratura. Mi sembrava sufficiente una vigorosa stretta…

La pianta va sradicata tutta

Secondo  l’ultimo rapporto Istat i poveri assoluti in Italia sono 3,4 milioni: si tratta di gente che vive in condizioni di povertà grave non riuscendo  ad affrontare neanche  i consumi minimi ed essenziali. La maggioranza di essi risiede…

Fra le due guerre

Sono qui nella mia casa rifugio di V... E' domenica pomeriggio, il cielo chiuso, un'aria grigia che induce a  sonnolenza. Ho letto, nella rubrica Piccola Italia, racconti di provincia della Stampa, il bel articolo di Michele  …

Frammenti parigini

“Il luogo ideale per me è quello in cui è più naturale vivere da straniero” ( Calvino - Eremita a Parigi). In realtà Parigi accolse molto bene Calvino, assai popolare allora, come molti degli artisti italiani di sinistra (cioè tutti). Lo…

L’autunno del patriarca

Non poteva che finire così, nella reincarnazione del colonel  Aureliano Buendia, in un contrappasso insieme crudele e magnifico. Si dice che le grandi opere letterarie, come tutti i capolavori, sfuggono ai loro autori, vivono di una vita…

Tre donne, una sconosciuta

Philip Roth, nel suo Lamento di Portnoy, ricorda tre donne memorabili: Mariella Curie, Anna  Karenina e Amelia Earhart. Un tris assai poco assortito, ma di donne vere. Di Amelia Earhart non sapevo nulla, se non che è stata una avventurosa…

I veri scrittori

“I veri scrittori sanno riconsegnarci le parole non come “riconoscimento”, ma come “visione”. Questa frase è stata scritta da Aldo Grasso, giornalista e critico televisivo,  in un articolo di feroce commento dell‘ultima performance…

Sulle parole

Torno sul tema che un poco mi ossessiona: quello delle parole. Non tanto sulla loro origine ed evoluzione da un punto di vista del glottologo, interessante, stimolante, ma sostanzialmente da tavolino. Ci voglio tornare dalla parte di chi…

Domenica da Candida

Domenica sulle colline di Firenze, ospiti di una positiva creatura che ha trasformato il suo podere nel paradiso delle rose. Il casale risale al 700, è appartenuto fin dal medioevo a un ramo cadetto degli Orsini, ricchissimi e potenti, …

SBUCCIARE LE FAVE SECCHE

SBUCCIARE LE FAVE SECCHE: ARTE ED ESPERIENZA A BRACCETTO- PITAGORA LE ODIAVA, ORAZIO LE SERVIVA AD AUGUSTO- QUI SI INSEGNA IL METODO DELLA NONNA INSUPERATO ANCHE DALLA NUOVELLE CUISINE- Non è un modo di dire, ma un modo di…

Il colore della carta da zucchero

Ci sono delle cose, magari piccole e marginali, sulle quali vale la pena riflettere, con altrettante domande: ad esempio, perché il colore della carta da zucchero, quando era ancora comprato sciolto, era rigorosamente di quel celestino…

Ernesto dà il buon giorno…

 Ernesto, dal suo convento metropolitano, dà agli amici nel mondo il suo quotidiano buon giorno. La voce un poco fioca, che l’età ha reso più debole, addolcisce sempre in forma di preghiera per Maria madre di  Gesù. Parla sempre di…

Io non appartengo…..

E’ sdraiato contro una porta laterale della chiesa, raccolto su se stesso, quasi si confonde. Mi colpiscono i sandali che indossa, rabberciati col filo, le calze spaiate di lana grossa da cui sbucano gli alluci come rami contorti, i…

Merda d’artista

Piero Manzoni, un pittore milanese morto prematuramente nel 1963 a soli 29 anni, apparteneva alla avanguardia italiana variamente denominata (spazialismo, pittura nucleare, ecc.) Un uomo bizzarro assai, amico di Fontana e Baj;…

Caro vecchio padre Antony

“Caro vecchio padre Anthony, guida morale e molestatore dei ragazzi del coro. Dieci avemaria e un pompino. Jerry come si chiama, quello che stava in classe con Lee, gli era venuto l’esaurimento nervoso. Intanto mezza città va ancora in…

L’arte della distillazione

        (Appunto per il libro  “Spirito divino”) “ Distillare è bello. Prima di tutto, perché è un mestiere lento, filosofico e silenzioso, che ti occupa ma ti lascia il tempo di pensare ad altro, un po’come l’andare in bicicletta. Poi,…

Le promonizioni di Levi

Scrive Primo Levi: “La premonizione della catastrofe imminente si condensava come rugiada viscida per le case e nelle strade, nei discorsi cauti e nelle coscienze sopite” (Il sistema periodico, Einaudi 1973 pag. 39).…

Non ci sono più le belle stagioni

Oggi è Pasqua e secondo le previsioni avrebbe dovuto piovere a Torino, invece c’è un sole bellissimo e dalle vicine montagne giunge un’aria di neve che avvolge stuzzicante la città. I modi di dire, a ben guardare, svelano impietosamente la…

Modì

Primavera 2015 effervescente a Torino. Diversi gli eventi che accompagneranno i turisti, a cominciare dalla estensione della Sindone, al Salone del libro, al festival del jazz. Alla GAM è aperta fino al 19 luglio la mostra Modigliani e la…

Zelda e Giorgia

Sono nella cave dell’Unione culturale in via Battisti a Torino per vedere lo spettacolo sulla vita di Zelda Fitzgerald, messo in scena dalla Piccola compagnia Magnolia. E’ un atto unico, un lungo monologo tratto dal carteggio fra Zelda e…

Il caso Helg

Nell’Italia degli scandali e delle mazzette oggi è alla ribalda un certo commendatore siciliano, con un mucchio di incarichi importanti, ancora attivo nonostante i suoi 78 anni. Si chiama Roberto Helg, Roberto come il Guiscardo. Ma il…

Evviva la signora Merkel

Evviva la signora Merkel ! Quale che sia o si giudichi il ruolo della Germania in ambito U.E. non c’è dubbio che i nodi che  stanno arrivando al pettine necessitano di essere districati con autentico spirito europeistico prima  che essi…

La felicità di Dolce & Gabbana

“Solitario, confuso sessualmente, troppo libero per dare felicità”. E’ la risposta che lo stilista Gabbana (che parlava anche per il compagno Dolce) dà in un’intervista a un giornale, a proposito di famiglia, adozioni, procreazione…

Roberto Murolo

Roberto Murolo è stato un cantante napoletano, attivo dal dopoguerra agli anni ’80 del secolo scorso.  Piccolo, viso tondo e paffuto, sguardo arguto, due sottili baffetti a sottolinearne la signorile appartenenza  ad un’epoca passata,…

Ritratti di poveri

Forse la parola poveri è troppo vasta e ambigua, meglio indigenti, cioè sprovvisti di che vivere. Nei miei giri per il centro storico di indigenti ne incontro tutti i giorni, e si fanno sempre più numerosi. Osservandoli capisci meglio come…

Un euro di felicità

Viene dal Montenegro, è seduto sotto il porticato di via Roma, la spalle al muro. Gli do l’elemosina. Età indefinibile, ma avanzata, gli occhi che brillano di bonaria malizia, è sdentato, lo vedo quando sorride, aprendo una sottile fessura…