LAUDATO SI’

Papa Francesco
Papa Francesco

L’enciclica di papa Francesco Laudato si’, sulla cura della casa comune, è una profonda riflessione su temi apparentemente lontani da quelli religiosi. Nel ponderoso documento, di circa 200 pagine, si parla di temi insoliti per una enciclica papale, quali inquinamento e cambiamento climatico, il clima visto come bene comune, la questione dell’uso dell’acqua, la perdita della biodiversità. Sarà una coincidenza, ma proprio in questi giorni sugli stessi temi è tornato il presidente USA Obama, con una iniziativa, da lui stesso definita storica, per la diminuzione drastica delle emissioni inquinanti nel suo paese. L’enciclica fa una lettura originale della situazione del mondo in quanto tutti i temi del degrado della qualità della vita umana sono posti alla radice della degradazione sociale e delle tante iniquità fra i popoli e le nazioni. L’enciclica si chiude con due preghiere; la prima, rivolta anche ai laici, è intitolata Preghiera per la nostra terra. La sintesi mi richiama quel verso di Catullo: l’amore non è possedere, ma custodire.

Potete di seguito leggerla, mentre il testo dell’enciclica lo trovare qui:http://w2.vatican.va/content/francesco/it/encyclicals/documents/papa-francesco_20150524_enciclica-laudato-si.html

 

Preghiera per la nostra terra

Dio Onnipotente,

che sei presente in tutto l’universo

e nella più piccola delle tue creature,

Tu che circondi con la tua tenerezza

tutto quanto esiste,

riversa in noi la forza del tuo amore

affinché ci prendiamo cura

della vita e della bellezza.

Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorelle

senza nuocere a nessuno.

O Dio dei poveri,

aiutaci a riscattare gli abbandonati

e i dimenticati di questa terra

che tanto valgono ai tuoi occhi.

Risana la nostra vita,

affinché proteggiamo il mondo e non lo deprediamo,

affinché seminiamo bellezza

e non inquinamento e distruzione.

Tocca i cuori

di quanti cercano solo vantaggi

a spese dei poveri e della terra.

Insegnaci a scoprire il valore di ogni cosa,

a contemplare con stupore,

a riconoscere che siamo profondamente uniti

con tutte le creature

nel nostro cammino verso la tua luce infinita.

Grazie perché sei con noi tutti i giorni.

Sostienici, per favore, nella nostra lotta

per la giustizia, l’amore e la pace.

Lascia un commento

Potrebbe piacerti anche Altri di autore