Racconti

In evidenza..

UNA TELEFONATA IMPOSSIBILE

UNA TELEFONATA IMPOSSIBILE

    Dopo cena scendevo al bar, mi chiudevo nella cabina telefonica col mio mucchietto di gettoni davanti e formavo il numero, in un rito delizioso, in attesa di sentire la tua vocina dolce, dolce. Quella sera le cose andarono diversamene, perché fatto il numero rispose una voce maschil[...]
STRAPAROLE

STRAPAROLE

«Straparole» di Cesare Zavattini. La vita? È fatta di tutto quello che si tace. «Il niente non esiste»: fremono luoghi, presenze, volti, parole, ricordi.Ciò che forse emerge in Straparole è un connotato espressivo che tende al paradosso nel coniugare il visibile e l’invisibile, le parole e il si[...]
LADRO DI IDENTITA'

LADRO DI IDENTITA'

  COME SI DIVENTA LADRI PER RUBARE INTIMITA' E PENSIERI SULLA SCIA DI ODORI E PROFUMI- UN VUOTO INCOLMABILE SEPARA DAGLI ALTRI IL PROTAGONISTA DI QUESTO RACCONTO, FINO A QUANDO OLTRE ALL'IDENTITA' RUBA  ANCHE......   Parte prima Faccio il bibliotecario, sto sempre in mezzo a libri [...]
L'OCA DI JOYCE

L'OCA DI JOYCE

A tavola con la letteratura: morale, tradizione, e secondo la definizione del medesimo James Joyce, Gente di Dublino, " spietata e nichilista radiografia" di una città Morale, tradizione e, secondo la definizione del medesimo James Joyce, Gente di Dublino, una " spietata e nichilista radiografia"[...]
HUMPHREY

HUMPHREY

Impermeabile chiaro, cappello floscio a larghe tese, sigaretta all'angolo della bocca, volto corrucciato e l'inconfondibile sorriso a denti stretti, reso singolare dalla cicatrice sul labbro. Era lui o non era lui? Sam Spade in Italia, oggi? Era appena sceso dalla chevrolet che silenziosamente [...]