BELLA LA TERRA, SCOMPARSO L’UOMO ?

Come potrebbe tornare a essere bella, scomparso l’uomo, la terra.

I vantaggi della globalizzazione, il poter avere qualunque cosa a qualunque ora, il periodo di tranquillità che stiamo vive

DI ANDREA CARPI
I vantaggi della globalizzazione, il poter avere qualunque cosa a qualunque ora, il periodo di tranquillità che stiamo vivendo nel nostro paese in questi anni comporta un prezzo: un prezzo che spesso viene addebitato a nazioni in via di sviluppo dove portiamo la guerra per fare gli interessi delle multinazionali, dove scarichiamo i nostri rifiuti dimenticandoci che la terra è la nostra casa ed è una sola. Se continueremo a non essere responsabili del nostro pianeta, inquinando e sprecando, presto dovremo fronteggiare problemi ben più grandi del rincaro del prezzo della benzina o della vittoria del campionato da parte della nostra squadra calcistica.

 

Immagini da 

Ecco perché bisogna avere rispetto per l’ambiente e per gli altri esseri viventi. Condividi queste immagini

DI PANECIRCO.COM

20 milioni, le persone che si sono mobilitate il 22 aprile del 1970; 30 anni dopo quel numero è salito a 200 milioni di cittadini sulla Terra. Qual’è stata la causa che ha accomunato tutte queste persone?

Non uccidete il mare,

la libellula, il vento.

Non soffocate il lamento

(il canto!) del lamantino.

Il galagone, il pino:

anche di questo è fatto

l’uomo. E chi per profitto vile

fulmina un pesce, un fiume,

non fatelo cavaliere

del lavoro. L’amore

finisce dove finisce l’erba

e l’acqua muore. Dove

sparendo la foresta

e l’aria verde, chi resta

sospira nel sempre più vasto

paese guasto: Come

potrebbe tornare a essere bella,

scomparso l’uomo, la terra.

(1972, dalla raccolta Res Amissa)